Stoccaggio

I rifiuti per cui è necessario il ricondizionamento sono quelli destinati ad altri impianti di trattamento, adoperiamo strategie per ridurre il volume dei rifiuti e trattamenti per renderli più stabili e adatti all’imballaggio e lo stoccaggio a lungo termine.
La pratica di ricondizionamento per riduzione volumetrica avviene tramite l’utilizzo di trituratori e presse come nel caso degli imballaggi dei filtri e degli stracci sporchi
Ricondizionamento dei liquidi per miscelazione come nel caso di inchiostri, solventi e soluzioni acquose
Ricondizionamento per re-imballaggio , come nel caso di tubi fluorescenti, monitor e apparecchiature elettroniche e batterie.
Il bacino di stoccaggio occupa Un area di 3000 m2 con una capacità di c.ca 1000t/anno.
Ogni tipologia di rifiuto ha la sua area di stoccaggio e ricondizionamento dedicata e realizza nel rispetto delle specifiche norme di sicurezza.
Attenzione particolare va all’area dei rifiuti contenenti amianto, separata dalle altre aree e gestita con le dovute precauzioni.

Come conferire l’amianto:
CER 17.06.05* materiali da costruzione contenenti amianto
L’impresa che curerà la rimozione deve redigere un piano di lavoro dettagliato che l’ente preposto deve approvare .il piano deve contenere i dati dell’impianto di destinazione. Il nostro impianto accetta soltanto amianto confezionato nel rispetto delle normative e dei sistemi di sicurezza per l’uomo e l’ambiente.
il materiale deve essere correttamente etichettato.

Stoccaggio